Jim Woodring: un approccio al fumetto che apre a nuovi immaginari

Coconino rilancia Jim Woodring in Italia e lo fa col libro che, assieme al “gemello” Frank, pure in via di pubblicazione, è forse l’opera più significativa di Woodring oggi, Il congresso degli animali.  Per capire però la rilevanza estrema di Woodring, e di questo libro, è necessario fare di nuovo un passo indietro fino all’origine stessa del medium. Il fumetto è infatti, prima ancora che combinazione testo-immagine (in tal caso lo stesso Woodring vi sarebbe compreso solo raramente, dato che i suoi lavori sono sostanzialmente privi di testo, se non le rare volte in cui compare un cartello), arte sequenziale.

Ne consegue che il suo campo di esplorazione naturale, oltre che la parola e l’immagine, sono i rapporti causa-effetto. Sorprenderà allora vedere quanto rari siano i fumettisti che hanno provato a usare il fumetto per forzare questi rapporti, e tentare di creare relazioni nuove tra immagini, azione reale o presunta, e significato.

 

In ogni libro di Woodring, siamo di fronte a un viaggio iniziatico, ma fatto in piena consapevolezza, laddove “consapevolezza”, in un fumetto, è anzitutto il dominio del linguaggio

 

Potete trovare la recensione completa a cura di Vanni Santoni su Il congresso degli animali qui

 


 

Autore: Jim Woodring
Titolo: Il congresso degli animali
Collana: Coconino Cult
Numero pagine: 112, b/n, formato 17 x 24 cm
ISBN: 9788876183577