Città Nuova: Quaderni Giapponesi

Esempio altissimo della letteratura a fumetti da parte dell’italiano Igor Tuveri, capace di dipingere un ritratto preciso anche dei principi di vita seguiti in Giappone

Igor Tuveri, in arte semplicemente Igort, è uno scrittore, fumettista e musicista attivo fin dalla fine degli anni settanta.

Nato a Cagliari nel 1958, ha vissuto a lungo in Giappone, a Napoli, a Parigi, per far poi ritorno in Sardegna; nel 2000 ha fondato la casa editrice Coconino Press che negli ultimi anni si è distinta come punto di riferimento per la divulgazione in Italia di fumetti esteri così come della valorizzazione di talenti italiani quali Manuele Fior, Gipi e molti altri,

L’anno appena trascorso, se non il suo più intenso professionalmente, sarà sicuramente quello durante il quale ha avuto il maggior numero di riscontri tangibili positivi al suo lavoro.

I suoi lavori a fumetti (Baobab, 5 è il numero perfetto, Sinatra, etc) lo avevano reso famoso ed apprezzato anche all’estero ma nell’ultimo lustro la sua attività professionale aveva preso una direzione abbastanza nuova e precisa. Nel 2010, 2011 e 2012 pubblica tre volumi frutto di una serie di viaggi in Russia, Ucraina e Siberia: Quaderni Ucraini e Quaderni russi con la Mondadori e Pagine Nomadi, storie non ufficiali dell’Unione Sovietica con la Coconino, graphic novel che si inseriscono nel filone del graphic journalism, seguendo la scia di autori quali Joe Sacco o Dan Archer aggiungendo, di suo, una duttilità e perizia grafica ed una trasparente humana pietas. Viaggi che ne hanno segnato la vita professionale e non solo.

Continua a leggere su Città Nuova


igort