Collana Coconino Gekiga: Impariamo a conoscerli! #07

In seguito all’annuncio del lancio, a luglio, della collana Coconino Gekiga a cura di Vincenzo Filosa, pubblichiamo una serie di articoli permettendo ai lettori di conoscere meglio i libri che vi presenteremo da qui ai prossimi mesi. Continuiamo con piccole anticipazioni di La mia vita in barca, di Tadao Tsuge.


La carpa cruciana vive nei laghi o nelle aree stagnanti dei corsi d’acqua dolce e si ciba principalmente di plancton e altri piccoli organismi. 

tsuge1

Anche se il suo vero nome è Gengorobuna, in Giappone è comunemente conosciuta come Herabuna, molto probabilmente perché la parte superiore del suo corpo è molto simile a quello del pesce spatola (hera). Può raggiungere fino ai trenta centimetri di lunghezza in 2 anni. Il suo corpo è ricoperto interamente da squame di color argento. La cruciana è un pesce molto cauto e previdente. Vive in gruppi composti da esemplari della stessa stazza e dimensione e si allontana non appena avverte il minimo rumore.

È una delle prede più comuni nei corsi d’acqua nella periferia di Tokyo: è una cara vecchia amica per il gruppetto di pescatori che si apposta lungo la sponda del fiume Tone. Tsuda san ha addirittura pensato di comprare una barca per dare una svolta alle sue disastrose battute di pesca, ma non è ancora riuscito a superare il suo record di trentotto centimetri.

La pesca alla carpa è molto praticata dai pescatori sportivi, è un tipo di pesca a rilascio che prevede totale rispetto nei confronti della preda che viene rimessa in libertà dopo essere stata catturata. Questo tipo di pesca richiede molta pazienza ma anche riflessi immediati, elasticità mentale e un’immensa forza di volontà. Il primo colpo della carpa può arrivare molte ore dopo il primo lancio e anche in quel caso è fondamentale mantenere il sangue freddo e attendere che a quel tocco ne segua un altro, quello che conferma il vero interesse della preda per l’esca. E quando è il momento di ferrare, bisogna saper dosare le proprie forze per evitare di spezzare il finale o ferire la carpa.

Tsuda san l’ha capito ormai da anni: la ricerca dell’esemplare perfetto è un’ardua impresa, proprio come scrivere il romanzo dei propri sogni. La brezza del Tone spinge dolcemente la sua barca alla deriva. Il corso del fiume porta via ricordi e sensazioni che un tempo avrebbe considerato indelebili. Ancora un altro lancio.

tsuge2

TSUGE TADAO
LA MIA VITA IN BARCA
328 pagine in bianco e nero
In uscita a luglio per COCONINO PRESS


Tutti gli articoli sulla Collana Coconino Gekiga