Fumettologica: Un saggio a fumetti sull’immigrazione cinese in Italia

Wu Li Shan è un cittadino cinese arrivato a Milano nel 1931. Non conosce l’italiano, fa il venditore di cravatte e ha a malapena una stanza dove stare. Il fumetto Primavere e autunni (BeccoGiallo) – finalista al Premio Andersen 2016 e in mostra a Napoli Comicon 2016 – racconta la sua storia, da ambulante a titolare di azienda, dai primi tentativi di integrazione nella realtà lombarda fino al matrimonio con la sarta Giulia e alla creazione di una famiglia. A raccontare la sua vicenda è il nipote Matteo Demonte, studioso di lingua e cultura cinese, reinventatosi illustratore per portare su carta la vita del nonno grazie ai testi della sua compagna Ciaj Rocchi.

Il libro non si limita a narrare la storia della famiglia di Matteo, ma è il primo tentativo di raccontare la storia dei cinesi d’Italia a partire dai suoi inizi “veri” (gli anni Trenta del Novecento). Prima di Primavere e autunni la ricerca storica sulle comunità cinesi in Italia era limitata a pochi testi, a partire dagli studi seminali di Philip Kwok, per proseguire con i lavori di sociologi e sinologi come Daniele Brigadoi Cologna, che firma la postfazione del volume. Come nota lo stesso Brigadoi Cologna, però, nessuno di questi testi traccia un affresco completo quanto il libro di Rocchi e Demonte, che pure parte dal particolare, dalla molecola più piccola, un singolo uomo, per arrivare a documentare le vicende di interi popoli. La narrazione, infatti, continua a zoomare dalla vita di Wu a Milano alle vicende nazionali italiane e cinesi, mostrando come i fatti storici abbiano influito sulla quotidianità. L’apice di questo intreccio giunge con la rivoluzione maoista, che preclude all’uomo qualsiasi possibilità di rientrare nel paese d’origine.

Se opere a fumetti di taglio biografico o saggistico sono ormai comuni, è raro però che aprano la strada in aree della ricerca storica ancora poco esplorate, e questo è certamente il pregio maggiore di Primavere e autunni. Fra i primi e più convinti ammiratori del libro c’è anche Alino, Direttore culturale di Napoli Comicon, che si è fatto promotore dell’esposizione napoletana e ci ha voluto raccontare il suo punto di vista.

Continua a leggere su Fumettologica


copertina_settembre2015

Titolo: Primavere e autunni
Autori: Ciaj Rocchi e Matteo Demonte
Formato: 17×24, 164 pp. a colori
ISBN: 9788899016128