Fumettologica: Warhol. L’intervista, di Adriano Barone e Officina Infernale

Provate a cercare su Google il significato dell’aforisma di Oscar Wilde «Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze». Vi si aprirà un mondo. Uno tsunami di interpretazioni dettate tanto da un presunto buonsenso quanto da un moralismo piuttosto paternalista. Senza mezzi termini, tutta spazzatura. Secondo la mia esperienza personale, la migliore lettura della massima la da Susan Sontag, mettendola in apertura del saggio Contro l’interpretazione (già citato su queste pagine da Claudio Maringelli). Nelle pagine del noto articolo, la studiosa ci spiega come l’interpretazione possa essere soggettiva e facilmente manipolabile, mentre la lettura dell’opera di per sé richieda cultura, capacità di analisi e poco spazio per l’emotività. Per dire che un fotografia comunica – per esempio – il peso della società sulle spalle del povero uomo moderno bastano un po’ di faccia tosta e un eloquio abbastanza allenato. Per fare invece la mappatura del presente basandosi sulla forma – che da cinquant’anni a questa parte è diventata il contenuto – occorrono invece anni di studio alle spalle e una ricca esperienza di critica.

Continua a leggere su Fumettologica


Warhol_Copertina

Titolo: Warhol. L’intervista
Autori: Adriano Barone e Officina Infernale
Collana: Biografie
Pagine: 208
ISBN: 8899016593