GQ Italia – Hollywood Jan: quant’è complicato diventare adulti

È il nuovo fumetto di Bastien Vivès e di Michael Sanlaville, a base di adolescenza, insicurezze e amicizia. In Italia è edito dalla Coconino Press

Crescere è maledettamente complicato. Soprattutto, è complicato passare dall’infanzia all’adolescenza; lo sono cambiare, diventare qualcun altro, non riconoscere la propria voce e la propria faccia; e faticare – tasto dolentissimo – a trovare il proprio posto nel mondo. Niente amici, niente sicurezze, niente mamma e papà pronti ad aiutarti.

Hollywood Jan, il nuovo fumetto scritto da Bastien Vivès e disegnato da Michael Sanlaville, racconta la storia di un ragazzino al suo primo anno di liceo, e quindi racconta pure la sua insicurezza, la sua paura, l’ansia di essere accettato dagli altri. Ha tre amici immaginari: Arnold (Schwarzenegger),Sly (cioè Stallone) e Russ (Russell Crowe, qui in perenne tenuta da Gladiatore). Ha una passione per il cinema e da grande vuole fare il regista.

All’inizio non parla con nessuno; pensa di essere sempre al centro di sfottò e prese in giro; e i suoi amici immaginari – che rappresentano tre aspetti della sua personalità – non fanno altro che proteggerlo: “fa finta di niente, ignorali, sono degli idioti”.

Continua a leggere su GQ Italia


HOLLYWOOD_copertina-OK-DEF

 

Titolo: Hollywood Jan
Autori: Bastien Vivès e Michael Sanlaville
Collana: Coconino Cult
Pagine: 146 col., brossura
ISBN: 9788876183027