Il primo e l’ultimo dio: la scrittura di Emidio Clementi

Si è tristi non perché si vorrebbe cadere alle ginocchia di un autore, ma perché la propria visione del mondo si avvicina alla sua.

Lo scriveva – con molta più enfasi febbrile – Emanuel “Hurried Man” Carnevali in una lettera a Papini, tra una richiesta di libri dall’Italia e l’altra, tra una lista di possibili abbonati a «La Vraie Italie» e una di riviste statunitensi interessate, forse, a pubblicare una traduzione de L’uomo finito fatta dallo stesso Carnevali.

Continua a leggere su radiocittafujiko.it


frontale ultimo dio

Titolo: L’ultimo dio
Autore: Emidio Clementi
Formato: 15X20
Pagine: 208