La Scimmia dell’Inchiostro: #neilibrilamiastoria | Intervista a Tiziana Triana, Fandango Libri

Fandango è un progetto culturale nato a Roma alla fine degli anni Ottanta per volere del produttore cinematografico Domenico Procacci. L’obiettivo principale era quello di allargare gli orizzonti dalla produzione italiana a quella internazionale: oggi Fandango è una casa di produzione e distribuzione cinematografica e televisiva, un’etichetta musicale, una web radio, un caffè letterario nel centro di Roma, una factory di talenti e una casa editrice. Ne abbiamo parlato conTiziana Triana, responsabile editoriale di Fandango Libri.Fandango è nota soprattutto per la sua attività cinematografica, ma ha anche un ruolo importante nel mondo dell’editoria indipendente. Come e quando è nata l’idea di aprire una casa editrice?

La nostra casa madre è Fandango, che in primis si occupa appunto di produzione cinematografica. Nel 1999 si è scelto di iniziare anche un’attività editoriale: Domenico Procacci, il produttore, si circondava di scrittori come Sandro Veronesi e Alessandro Baricco e aveva voglia di allargare la sua attività in questo campo. Fandango Libri esiste da allora; oggi abbiamo in catalogo circa 400 titoli, divisi in narrativa e saggistica italiana e straniera. È una casa editrice piuttosto piccola, ma ormai fa parte di un gruppo editoriale indipendente composto da quattro marchi: Fandango libri, Coconino Press, Becco Giallo e Playground.

Continua a leggere su La Scimmia dell’Inchiostro, il blog di GoodBook.it


fandango-libri-ico