La Stampa: “Vorrei la small più grande che avete”

“Vita da commessa”, il libro a fumetti diventato un cult tra i commessi d’Italia, è l’opera prima di Laura Tanfani, una ragazza che voleva fare la designer e da quatto anni lavora in un negozio di abbigliamento: “Sto realizzando il mio desiderio: disegnare e avere a che fare con la moda”

Prendete tra le mani “Vita da commessa. Episodi realmente accaduti”, graphic novel edita da Becco Giallo e cercate che tipo di cliente siete. Forse colei che chiede «Una maglia semplice ma particolare»? o quella «Vorrei la small più grande che avete». Appartenete alla categoria delle sfacciate che chiede l’arrotondamento sul capo scontato al 70% o un uomo ignaro della sua taglia e talvolta persino dell’esistenza della taglia, in generale? Il fumetto, diventato già un piccolo culto tra commessi d’Italia, nasce dalla omonima pagina Facebook che ha una community di oltre 50 mila persone ed è stata creata da Laura Tanfani, 28 anni, addetta alle vendite in un negozio di abbigliamento a Chiaravalle, provincia di Ancona. Laura voleva fare il liceo artistico ma i suoi genitori la iscrissero allo scientifico, sull’università la spuntò lei e andò a studiare design e moda ad Urbino, «una laurea talmente inutile che hanno pure chiuso il corso». Dopo uno stage in sartoria, Tanfani trova un posto da commessa: «è temporaneo, mi sono detta, solo per qualche tempo». Sono passati quattro anni ed è ancora lì.

Continua a leggere su La Stampa


07

Titolo: Vita da commessa
Autrice:
Laura Tanfani
Pagine:
16 x 21 cm, 128 pp. a colori
ISBN:
9788899016623