Obiettivo Salute: Il futuro della riproduzione umana lo spiega un libro

Recensione di Johann Rossi Mason – Giornalista medico-scientifico

In principio fu Louise Brown, passata alla storia come la bambina in provetta, nata in Inghilterra nel 1978, pietra miliare che aprì la strada ai successi della fecondazione in vitro, chi la ricorda? Segnò l’avvento della possibilità di fecondare un ovocita femminile al di fuori del corpo della donna e poi impiantare successivamente l’embrione per dare luogo ad una nuova vita. Da quel momento le tecniche di riproduzione umana non si sono mai fermate e hanno visto aprire la possibilità di avere madri surrogate, uteri in affitto e maternità in donne sterili grazie al trapianto di tessuto ovarico. Non abbiamo ancora visto tutto e lo scenario del futuro (prossimo) lo delinea tra la divulgazione e il senso di stupore destato dalla fantascienza Maurizio Balistreri docente di Filosofia Morale all’Università di Torino ed esperto di bioetica. Interessato da tempo a queste tematiche ha approfondito anche gli aspetti relativi alla clonazione umana che hanno da tempo superato la fase animale per aprire alla possibilità di realizzare dei cloni umani.

Continua a leggere su Obiettivo Salute


ilfuturodellariproduzioneumana

Titolo: Il futuro della riproduzione umana
Autore: Maurizio Balistreri
Collana: Documenti:
Pagine: 272, brossura con alette
ISBN: 9788860444875