Pizzolungo: memorie di una strage – RaiStoria

Trent’anni fa, la mattina del 2 aprile 1985, un’autobomba uccide a Pizzolungo, frazione di Trapani, Barbara Asta e i suoi due figli, Giuseppe e Salvatore, di sei anni. È una strage mafiosa destinata a far discutere a lungo. L’autobomba, infatti, era destinata al giudice Carlo Palermo, da poco a Trapani per indagare su un traffico di armi e droga che coinvolgeva, oltre alla criminalità organizzata siciliana, anche quella turca.
Le dinamiche e i motivi dell’attentato vengono approfonditi dall’ex giudice Carlo Palermo e da Margherita Asta, figlia di Barbara e sorella di Giuseppe e Salvatore.

Carlo Palermo ricorda: “Il due aprile dell’85 è la giornata che ha diviso in due la mia vita. Quello che ero prima e quello che sono divenuto dopo. Ho avuto la fortuna, ma anche la disgrazia di sopravvivere e vedere che se ero sopravvissuto è perché altri erano morti al posto mio”.

La storia di mia madre e dei miei fratelli – conclude Margherita Asta – fa capire che le mafie possono colpire tutti. E l’impegno a combattere la criminalità organizzata deve essere da parte di tutti i cittadini” 

Guarda la trasmissione completa sul sito di Rai Storia


sola con te fascetta

Titolo: Sola con te in un futuro aprile
Autrici: Margherita Asta, Michela Gargiulo
Rilegatura: Brossura con alette
Pagine: 288
ISBN: 978-8860444615