Di tragedie e risalite, con Manu Larcenet

Scritto nel 2000 e pubblicato solo oggi in italiano, anche grazie alle pressioni di Zerocalcare, arriva finalmente “Faremo senza”, il bellissimo fumetto sul senso della vita disegnato da Manu Larcenet. Paura, gioie, sconfitte e rinascite, racchiuse in un racconto che affronta in maniera toccante e scanzonata l’instancabile ricerca della felicità.

Perché doversi inventare una storia, quando ci si può limitare a osservare e raccontare la vita? Certo, non è facile. C’è bisogno di inevitabile esperienza, di un forte distacco dalle cose e, perché no?, di umorismo per saper ridere del pianto. Ci vuole, inoltre e soprattutto, coraggio ‒quello bello e necessario, che arriva di fronte al baratro, quando tutto sembra perduto e nessun rimedio sembra possibile a scongiurare la fine.

Faremo senza è un libro che accetta la sfida e racconta in forma di fumetto qualcosa di grandioso e vicinissimo a ognuno di noi.
Faremo senza è un fumetto strano. Anzi, non è un fumetto, è un abbraccio. O forse uno schiaffo, un incoraggiamento, una scossa, un sussulto, un grido che arriva da lontano e sollecita a fare un passo oltre. Un invito ai lettori ad affrontare e convivere con le debolezze e i timori di ciascuno di noi.

 

Potete leggere la recensione completa a cura di Alex Urso su Artibune qui