Vitt Moretta: fumetti in overdrive

L’esordio editoriale che sconvolgerà il mondo del fumetto ha un titolo e una data: Il tramonto del Sea Breeze, 11 ottobre 2018.
Ma non bisogna per forza aspettare così tanto… Chi passerà al Treviso Comic Book Festival (27-30 settembre) potrà gustarlo e acquistarlo in anteprima con tanto di dedica della giovane autrice Vitt Moretta: i primi 30 che compreranno il libro allo stand Coconino Press – dentro la Mostra Mercato del TCBF – riceveranno in regalo la shopper “Vampata”.

Vittoria Moretta è una tipa tosta, ha 28 anni, suona la chitarra e vive in Abruzzo perché a Londra si annoiava. Ma non è per questi motivi che è corteggiatissima. La cercano, infatti, gli editori di fumetto di tutto il mondo, da quando ha iniziato a pubblicare sui social i suoi disegni. Un misto di punk americano e fatalismo italiano, questo è il succo del suo immaginario. Sbandati fantasiosi, perdenti inconsapevoli e ragazze nervosissime si aggirano per le storie di quella che sarà l’autrice esordiente dell’anno.
Noi di Coconino Press siamo così orgogliosi di aver pubblicato il suo primo libro a fumetti che abbiamo deciso di farvela conoscere meglio tramite una veloce intervista “punk”.

Il tramonto del Sea Breeze è la tua prima pubblicazione ufficiale a fumetti. Emozionata?
Carica come una molla.

Come riassumeresti la trama in poche righe?
Tre amici puntano dritto a un locale, tra il mare e la boscaglia. Nella casualità di un pomeriggio di fine estate, ai margini di una regione non specificata, gli incontri e gli inevitabili eventi finiranno per coinvolgerli in un unico grande girotondo di sconosciuti. Tutti con i denti stretti, a fare i conti col proprio destino.

Il libro sarà presentato al Treviso Comic Book Festival, cosa succederà per l’occasione?
Sarò a Treviso da giovedì 27 settembre per l’inaugurazione della mostra “Rebel Kids”, in cui verranno esposte alcune delle mie tavole originali, assieme a quelle di Regular Size Monster. Proprio in occasione del TCBF, il mio fumetto verrà presentato in anteprima mondiale, con annessa una sorpresa! Sarà un mega weekend all’insegna di fumetti e drink.

Quali sono state le influenze artistiche che più ti hanno segnato come fumettista e alle quali ti sei ispirata durante la lavorazione del libro?
La prima scintilla si è accesa leggendo i fumetti indipendenti, le riviste dei collettivi, i lavori dei Super Amici. Era lo stesso periodo in cui scoprivo Clowes, Burns e i fratelli Hernandez, e ho proprio avvertito un cambiamento nel mio modo di vedere il fumetto. Ghost World e David Boring hanno lasciato un solco profondo nel mio background. Solo grazie a Internet ho scovato blog e siti di autori come Harkham, Crane, Hanselmann e altri, spingendo sempre più la mia ricerca in quella direzione. Alcune influenze arrivano anche dai vecchi fumetti americani, da personaggi classici come Popeye e Casper, da pittori, dagli equilibri impossibili o dai luoghi desolati in cui finisco sempre. Per scrivere non ho avuto un riferimento speciale, ma ho seguito l’onda dei miei autori preferiti. Cercherò di prendere le distanze dalle storie, affinché i personaggi emergano per quello che sono, onesti e crudi, a costo di vederli piegare su loro stessi. Mi sento su un sentiero appena tracciato, occorrerà ancora tempo e tanto lavoro.

Sappiamo che ti diletti anche con voce e chitarra, ci racconti qualcosa al riguardo?
È un altro modo di raccontare, come lo sketching sui fogli. Ho prodotto di meno ultimamente, perché ero alle prese con il libro, pur suonando quasi tutti i giorni. Quando torno a casa, a volte ho solo bisogno di riconoscermi in un suono, in un rumore che sento solo io nelle cuffie. Negli ultimi anni ho registrato circa un centinaio di spezzoni, l’archivio degli audio assomiglia ad un labirinto pieno di porte, e ogni tanto ne apro una. Per me le musica è un po’ come il fumetto, e la cosa bella è che riescono in qualche modo ad includersi a vicenda.

Arriviamo alle liste: elenca 3 fumetti, 3 romanzi, 3 canzoni e 3 serie tv “della vita”.
Fumetti: Eightball di Daniel Clowes, Love And Rockets dei fratelli Hernandez e Colville di Steven Gilbert sono tra i più importanti.
Romanzi: Le avventure di Huckleberry Finn di M. Twain, Acqua dal sole di B. E. Ellis e Americana di D. DeLillo.
Canzoni: The Hill di Ty Segall, Like That di White Fence e Eyes On The Floor di Omni.
Serie TV: Quelle della mia teenager-era: Simpsons, South Park e Daria.

Chi è Vitt Moretta?
Fumetti in overdrive!